Chiama ora! Prenota ora

 

Studio Medico San Francesco

MENOPAUSA, PINEROLO

Menopausa

La vita media della donna è 85 anni, la metà passata in menopausa. Perché viverla male?

La salute, la vitalità, il benessere e la vita sessuale possono continuare al meglio se ci si affida ai controlli e alle terapie giuste.

Quando incominciare?

In realtà decisamente prima che la menopausa si manifesti completamente.

5 anni prima della menopausa iniziano già dei cambiamenti importanti:

 

• Aumento del peso ( specie all’addome e al tronco)

• Aumento del colesterolo

• Aumento dei trigliceridi

• Aumento della pressione

• Disturbi dell’umore e del sonno

 

Questi cambiamenti avvengono quando le mestruazioni sono ancora apparentemente regolari ma non sono più sostenute da un equilibrio ormonale corretto o quando i cicli iniziano ad accorciarsi o ad allungarsi.

E’ importante intervenire subito altrimenti questi cambiamenti potrebbero non essere più reversibili se si farà terapia solo a menopausa avvenuta.

Fisiologicamente con il passare egli anni il peso aumenta di circa 0.3 Kg all’anno.

In perimenopausa questo aumento raddoppia: +0.6 kg all’anno, potendo quindi arrivare a + 6 kg in 10 anni

In casi di particolare squilibrio ormonale (iperestrogenismo) diminuisce la spesa energetica e l’aumento di peso può arrivare fino a + 1 Kg all’anno

La terapia consigliata, una volta eseguiti gli accertamenti necessari, non è ancora la terapia ormonale sostitutiva della menopausa, ma semplicemente una regolarizzazione dell’equilibrio ormonale con preparati assolutamente fisiologici.

 

Quando invece iniziano le vampate ed i flussi mestruali non compaiono più si può prendere in considerazione la terapia ormonale sostitutiva.

 

Il timore della comparsa del tumore al seno va ridimensionato alla luce degli ultimi studi in merito:

è più probabile che insorga un tumore al seno in una donna in sovrappeso o con alterazione della regolazione della glicemia o che non ha mai avuto figli o che ha avuto il 1° figlio dopo i 30aa o che beva superalcolici o più di 2 bicchieri di vino al giorno che non in una donna che fa terapia ormonale sostitutiva!

Su 1000 donne che non fanno nessuna terapia ormonale vengono diagnosticati 3.3 casi all’anno.

Su 1000 donne che fanno terapia ormonale sostitutiva vengono diagnosticati 4.1 casi all’anno.

Quindi solo 0.8 casi in più, inoltre utilizzando preparati fisiologici come il progesterone naturale ( che al tempo degli studi eseguiti non esisteva ancora) questo rischio è ulteriormente ridotto.

Mentre non tutti sanno che

- si riduce del 30% il rischio di insorgenza del diabete

- si riduce del 35% il rischio di insorgenza del tumore del colon-retto.

- si riduce il rischio di tumore dell’utero fino al 70: in donne obese

- si riduce del 26% il rischio di infarto e malattie cardiovascolari

- si riduce il rischio di osteoporosi e delle fratture

- si riduce il decadimento cognitivo e il rischio di Alzhaimer

- si riduce globalmente del 30% la mortalità per qualsiasi causa

Questi effetti protettivi sono tanto più efficaci quanto prima si iniziano i trattamenti ma si mantengono se le terapie vengono comunque iniziate entro 10 anni dalla menopausa in donne sane.

Aspettare invece ad iniziare la terapia per più di 5 anni, comporta una diminuzione degli effetti benefici in quanto si dà il tempo all’organismo di peggiorare a causa delle conseguenze della carenza ormonale per cui alcuni danni potrebbero non essere più recuperabili ed addirittura a quel punto la terapia potrebbe essere dannosa.

Se iniziata subito inoltre, evita tutti quei fastidiosi disturbi come:

-Vampate di calore

- Sudorazioni

- Sbalzi d’umore, depressione/irritabilità

-Calo di enrgia

- Calo della memoria, difficoltà di concentrazione

- Tendenza all’aumento di peso specie al tronco ed all’addome

- Secchezza vaginale con dolore durante i rapporti

- Calo della libido

VISITA GINECOLOGICA

0
0
0
s2sdefault