Chiama ora! Prenota ora

 

Studio Medico San Francesco

Radiologia

RISONANZA MAGNETICA PINEROLO

PREZZI:

RISONANZA MAGNETICA: 115 EURO. (REFERTO IN 36/48 ORE)

RISONANZA MAGNETICA EXPRESS (REFERTO IMMEDIATO): 155 EURO

Prenota ora

PRENOTA ORA

Risonanza magnetica Pinerolo

La risonanza magnetica (RM) o risonanza magnetica nucleare (RMN) è un esame non invasivo, che si avvale delle tecniche di diagnostica per immagini e non ha praticamente limiti nei suoi campi di applicazione.
Che cos'è la risonanza magnetica?
La risonanza magnetica è una tecnica di diagnostica per immagini relativamente recente, utilizzata a partire dagli inizi degli anni ’80.

Nata come metodica spettrometrica utilizzata dai biochimici, vent’anni fa è stata applicata in campo diagnostico, prevalentemente nel settore neurologico, per indagare sulle patologie dell’encefalo e del midollo spinale; in seguito la sua applicazione si è estesa a tutte le sedi anatomiche e alle diverse patologie.

E’ una tecnica multiplanare, che acquisisce direttamente le immagini in tre dimensioni e che sfrutta processi biochimici. La ricostruzione delle immagini è in funzione del legame biochimico delle molecole, basandosi sulla struttura della materia. Questo comporta un’altissima risoluzione di contrasto delle immagini, che consente di cogliere formazioni anatomiche strutturalmente diverse, ad esempio il muscolo e il tendine, la cartilagine e l’osso. In questo modo diventa possibile rappresentare strutture completamente diverse sulla stessa immagine, contrariamente a quanto avviene con la TAC.

E’ uno strumento non invasivo, né dal punto di vista dell’energia che utilizza, poiché non si avvale di radiazioni, né dal punto di vista dell’e secuzione dell’esame, poiché anche in caso di ricorso alla somministrazione del mezzo di contrasto questo ha un potere allergizzante molto basso e sicuramente inferiore a quello utilizzato con la TAC.
Il ‘discomfort’ del paziente è solo legato alla durata dell’esame (circa mezz’ora) che necessita della immobilità, e alla geometria delle apparecchiature, che sono imponenti e possono creare problemi di adattamento ai soggetti claustrofobici.

A che cosa serve la risonanza magnetica?
La risonanza magnetica viene utilizzata in moltissimi campi: in ambito neurologico, neurochirurgico, traumatologico, oncologico, ortopedico, cardiologico, gastroenterologico. Questo esame è più utile della TAC nella patologia muscolo-scheletrica e in ambito neurologico, per lo studio dell’encefalo e del midollo spinale. In altri ambiti clinici, come nel caso dell’epatologia ,la RM è da considerare complementare alla TAC.

Le uniche controindicazioni sono relative ai pazienti portatori di pacemaker o di clips vascolari cerebrali.

Specialisti:

Andrea Cicchiello - Tecnico di Radiologia
Luigi Fato - Tecnico di Radiologia
Gianfranco Triumbari - Tecnico di Radiologia
Andrea Bisoglio - Tecnico di Radiologia
Dott. Cesare Tetti
Dott. Claudio Iacono

0
0
0
s2sdefault